BORGO CANALE

borgologoIndirizzo: Via Canale di Pirro, 23 – 72015, Fasano(BR)
Telefono: +39 080 5046156, +39 080 5046164
Fax: +39 080 5096780
WWW: www.borgocanale.it
Email: info@borgocanale.it


laVINIum – 10/2002
Laggiù qualcuno ci prova. Solo quattro o cinque anni orsono scrivevamo a proposito di una Puglia quasi feudale, di un’enorme produzione che si riversava via mare, via le navi cisterna, in vini di mediocre qualità e/o in altri di chissà quali denominazioni. Ora è tutto un fermento (e la parola ci pare appropriata in quest’autunno), sempre più aziende intraprendono decisamente la strada della qualità, imbottigliano orgogliosamente i loro vini e li propongono, sempre migliori ed a prezzi ancora decisamente accessibili, al sempre più attento pubblico vinofilo mondiale. E’ il caso dell’azienda che andiamo a recensire oggi, Borgo Canale, nata nel 1976 e che dall’aprile 2000, ha avviato un articolato programma di rilancio finalizzato alla creazione, produzione e commercializzazione di vini che custodiscano i sapori, i profumi, i colori delle terre dei trulli. Il programma porta la firma di un giovane imprenditore pugliese, l’avvocato Alessandro Saracino che, in qualità di amministratore unico, ha già effettuato investimenti superiori ai 310.000 Euro, sia in vigna che in cantina con l’acquisizione di tecnologie avanzate e l’inserimento di nuove qualificate professionalità, tra cui l’enologo Manlio Erba, di cui è nota la spiccata predisposizione ad armonizzare i caratteri e la tipicità dei vini sino a renderli pregiati.
L’azienda prende il nome dal canale di Pirro, che segna l’ideale linea di confine con la Valle d’Itria e la cui storia si confonde con le leggende: prima di tutte quella che lo vuole sede dei quartieri d’inverno del re Pirro durante la famosa spedizione contro i romani, o ancora quella del misterioso fiume Cana che, secondo alcune mappe, attraversava l’intero canale per poi sfociare nel mare adriatico; fiume oggi scomparso nelle profondità del carsico sottosuolo pugliese. Le cantine sono interamente ricavate nella roccia carsica; si estendono nel sottosuolo su due livelli a 5 e 10 metri di profondità. Gli ambienti dunque, naturalmente climatizzati, offrono ottimali condizioni per la conservazione dei vini. Ubicata sulle cantine, al livello stradale, la costruzione che ospita gli uffici e il laboratorio è in stile moderno. In perfetta sintonia con l’inimitabile stile architettonico dei trulli è invece il punto vendita: separato dalla cantina come dagli uffici, è costruito interamente in pietra. Piccolo ma accogliente regala suggestive emozioni. Bianco d’Alessano, Chardonnay, Fiano, Verdeca e Vermentino sono i vitigni a bacca bianca vinificati in azienda; Malvasia Nera, Montepulciano, Negramaro, Pinot Nero, Primitivo ed uva di Troia quelli a bacca rossa.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Divo2001da 5,00 a 7,50 euro@@@
Locorotondo Talnè2001da 5,00 a 7,50 euro@@
Maestro2001da 7,50 a 10 euro@@
Rosa di selva2001da 5,00 a 7,50 euro@@
Sannà2000da 10 a 15 euro@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani