Barolo Cerequio 1999

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 01/2007


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: CONTRATTO – Contratto Giuseppe
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Era Federico Signetti ad occupare il ruolo di enologo nella cantina di Carlo e Antonella Bocchino, oggi sostituito da Piero Ballario. Ma questo Barolo è ancora segnato dalla sua impronta. Vinificato in acciaio è successivamente maturato in barrique, ha quindi un’impronta indubbiamente moderna sebbene la vigna e la materia prima non sembrano risentirne in modo eccessivo. Le note iniziali di ciliegia e rosa appassita non nascondono un netto richiamo all’anice e successivamente alla menta e al cioccolato fondente; a onor del vero sono numerose le sfumature speziate, fra cui emerge il chiodo di garofano e il pepe rosa. Al palato presenta un tannino solido e ancora un po’ serrato, leggermente amaro, poi arriva il frutto mescolato alla liquirizia. Finale buono, pulito, ma da un Barolo proveniente da uno dei migliori cru qual’è il Cerequio (tanto da meritarsi l’appellativo “marcaleone”), situato nella parte bassa della collina divisa fra La Morra e Barolo, e frutto di un’annata a cinque stelle come la 1999, mi sarei aspettato qualcosa di più.

RECENTI

  • Erbaluce di Caluso Spumante Brut Masilé 2013

    Erbaluce di Caluso Spumante Brut Masilé 2013

  • LA MASERA

    LA MASERA

  • Riviera Ligure di Ponente Granaccia Rebosso 2016

    Riviera Ligure di Ponente Granaccia Rebosso 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani