Barolo Bussia 2008

Degustatore: Roberto Giuliani
Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 11/2012


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 14,5 %
Produttore: PRUNOTTO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Un’azienda che ha sicuramente contribuito a costruire la storia del vino in Langa, la Prunotto è passata agli Antinori nel 1989, famiglia toscana che a sua volta è un simbolo di antico lignaggio, che va ben oltre il nostro Paese. Eppure per l’azienda albese i fasti di un tempo faticano a tornare, negli anni del rinnovamento italiano si è smarrita un po’ la via, pur disponendo di crus prestigiosi a Monforte, Barbaresco, Agliano. Non ne conosco a fondo le ragioni, ma nel decennio scorso non sono state molte le volte in cui i Barolo e Barbaresco di questa prestigiosa azienda mi hanno convinto pienamente. Mi fa quindi estremamente piacere aver ritrovato nel Bussia 2008 un’energia e una precisione rinfrancanti, e posso dire che il fatto che sia stato messo fra i migliori a furor di popolo (va bene, eravamo solo in sei…) vuol dire che non è affatto casuale. I lamponi che si fondono alle viole e alla menta, il grande equilibrio gustativo, senza eccessi o pesantezze, l’ottima fusione con il legno, sono un chiaro esempio di un vino calibrato, giusto, godibile, rassicurante, bene così.

RECENTI

  • Coste della Sesia Rosso Djarmai 2015

    Coste della Sesia Rosso Djarmai 2015

  • Primitivo di Manduria Dionysos Riserva 2012

    Primitivo di Manduria Dionysos Riserva 2012

  • Terre di Cosenza Pollino 2015

    Terre di Cosenza Pollino 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani