Barolo Brunate 1996

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 11/2000


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo (varietà michet e lampia)
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: CERETTO – Aziende Vitivinicole Ceretto
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: N/A


Esame visivo: Limpido, granato di media profondità; consistente (lacrime fitte e grasse scendono lentamente lungo la parete del bicchiere formando numerosi archetti). Esame olfattivo: Intenso e persistente; la qualità è eccellente, non ci sono sbavature olfattive, i profumi sono nitidi e già ampi: su una base floreale di viola mammola e rosa, spiccano note di erba secca e aromatica, successivamente arricchite da confettura di prugne; da una inspirazione più profonda emergono tabacco biondo, caffé e liquirizia, chiude un sottile richiamo al goudron. Esame gustativo: Secco, caldo, con un buon corredo di freschezza, al primo impatto esprime una notevole forza tannica, ma la qualità dei polifenoli è ottima, tanto che l’astringenza tende a spegnersi in pochi secondi, lasciando spazio alla potenza espressiva di questo grande Nebbiolo; il vino è robusto, ma tutt’altro che pesante, intenso e di lunga persistenza; le componenti morbide, pur presenti, son ancora in svantaggio, ma il vino è giovanissimo e promette molto. La qualità è eccellente, il finale è pulito e appagante. Stato evolutivo: Giovane/pronto. Giudizio finale: Vino potente, dai tannini prosperosi eppure fini, già ampio nei profumi, chiede tempo per smussare le piccole asperità e rassicura sul proprio luminoso futuro. Un plauso ad un Barolo “vero”, nel quale, siamo pronti a scommettere, non ci sono aggiunte furbette che strizzano l’occhio al gusto internazionale. Bene così, grazie al Nebbiolo, al cru e all’ottimo lavoro in vigna e in cantina. Abbinamenti: Il Barolo, signore dei vini rossi italiani, pretende piatti ben strutturati, speziati e aromatici; qui trionfa la selvaggina, sia da pelo che da piuma: lepre, capriolo, fagiano, seguendo le tipiche ricette piemontesi.

RECENTI

  • Pachàr 2016

    Pachàr 2016

  • FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

    FATTORIA LAVACCHIO – Agricola Lavacchio

  • Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Territorio de’ Matroni 2015

    Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Territorio de’ Matroni 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani