Barolo 2011

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 06/2016


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 15 %
Produttore: AMALIA CASCINA IN LANGA
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Nasce da due vigneti con diverse caratteristiche: il Le Coste di Monforte, circa un ettaro vitato esposto ad est-sudest ad un’altitudine media di 400 metri e volto in direzione di Serralunga, è composto da terreno marnoso-argilloso con forte apporto calcareo appartenente alla Formazione di Lequio del periodo Serravalliano-Tortoniano, si tratta di un cru che sta riconquistando sempre maggiore interesse, non fosse solo perché ai tempi di Giacomo Conterno parte delle uve destinate al Monfortino venivano da qui; l’altro cru è il Fantini che fa parte della Bussia, posizionato leggermente più in alto ed esposto ad ovest, presenta un terreno composto di arenarie con alta percentuale di sabbia. Le uve subiscono una macerazione a contatto con le bucce di almeno tre settimane, la maturazione si svolge in botti da 26 ettolitri di rovere di Allier per 30 mesi, cui segue un periodo di almeno 6 mesi di affinamento in bottiglia. Ha un colore granato molto classico, di buona profondità, bouquet molto pulito e variegato, con note di viola, liquirizia, ciliegia matura, prugna, erbe aromatiche e un legno già ben integrato. Al palato rivela un tannino elegante e poco aggressivo, buona freschezza e un coinvolgente connubio fra frutto sotto spirito e spezie, unico piccolo neo una spinta alcolica piuttosto importante, ma è un peccato veniale rispetto ad una finezza d’insieme davvero notevole. Quattro chiocciole molto alte.

RECENTI

  • Rosato 2016

    Rosato 2016

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

  • Bianco del Mulino 2016

    Bianco del Mulino 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani