Barolo 2008

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 11/2014


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: SETTIMO AURELIO – Vitivinicola Aurelio Settimo
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 15 a 25 euro


Quando mi sento nostalgico o attraverso una fase un po’ inquieta, piena di pensieri e ricordi che affiorano apparentemente senza una sequenza logica, la prima reazione che ho è quella di andarmi a cercare una buona bottiglia di Barolo, non certo per ubriacarmi, non l’ho mai fatto in tutta la vita, ma perché è uno di quei vini che richiede sempre attenzione, non puoi trattarlo con distacco, tantomeno se si tratta di un Barolo di Tiziana Settimo, una delle donne del vino che stimo di più. Tosta, energica, volitiva, ma sempre capace di offrirti un sorriso a cuore aperto, sempre pronta ad accoglierti nella sua cantina e a offrirti un buon bicchiere, rigorosamente accompagnato da formaggi, salumi, pane e gli immancabili grissini. A proposito, se capitate da lei, a Rocche dell’Annunziata, frazione di La Morra, non mancate poi di proseguire lungo la strada fino al paese per poi prendere la SP58 e dirigervi a Vergne (neanche dieci minuti di macchina), un piccolo borgo che qualcuno ha giustamente definito “un gregge spargolo di case”; imboccate Via delle Viole dove noterete subito un edificio storico a due piani, con due punti di riferimento per tutta la zona: un panificio a conduzione familiare, che sforna fra l’altro ottimi grissini ogni giorno, paste di meliga e fantastici biscotti alla nocciola, e la Locanda del Buon Padre, da sempre di proprietà della famiglia Viberti, osti e vignaioli da generazioni, approfittatene! Insomma, oggi è uno di quei giorni, fra l’altro avrei dovuto trovarmi proprio in Langa e invece per ragioni personali ho dovuto rinunciare. Così mi consolo aprendo questo Barolo 2008 di Tiziana, che avevo già apprezzato l’anno scorso ma che ora sembra essere proprio in grazia di Dio. A volte il suo cru tende un po’ ad offuscare l’immagine e il carattere del Barolo annata, e questo è un peccato perché questo 2008 è davvero eccellente. Adoro quel colore granato caldo, trasparente, il profumo di viole, liquirizia, alloro e piccoli frutti che si eleva dolcemente dal calice inebriando i sensi. E’ bello sentirlo vivo, in continuo movimento, certamente con un vino così non ti annoi, al contrario si potrebbe stare ore solo ad annusarlo, per scoprirne nuove sfumature e nuovi colori. E una volta assaggiato tutto si mette a posto, la mia mente è sgombra, serena, ne basta un sorso e l’effetto è garantito; riconosco il tannino regale del nebbiolo, che tanti ancora non riescono a capire e che è invece fondamentale nella sua trama solida, che assicura una lunga evoluzione al vino. Si sente una bella freschezza, nel frattempo lo riaccosto al naso e percepisco l’humus, le note di macchia mediterranea, una sottile nota di cacao amaro e i primi accenni di goudron. Mi piace la schietta sincerità del Barolo di Tiziana Settimo, non ammicca, non circuisce, non si imbelletta, è invece puro, aperto, chiaro e generoso, lontano anni luce da quei vini ammorbiditi e accomodati, direi “facilitati”, di cui ancora, checché se ne dica, si incontrano svariati esemplari. E’ un Barolo, accidenti, e brava Tiziana che orgogliosamente, come suo padre, ha sempre cercato di proporlo nella sua espressione più vera e profonda.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani