Barbera d’Asti Superiore Epico 2009

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 04/2016


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: barbera
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: PICO MACCARIO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Ad arricchire la gamma di Barbere di Pico Maccario arriva l’Epico, un nome un programma, è il vino di punta aziendale, frutto di una selezione accurata delle migliori uve, raccolte a mano pigiadiraspate e poste a macerare per circa 12 giorni. Il vino sosta in piccoli legni di rovere francese per 12-14 mesi. Il colore è rubino netto con unghia porpora, la differenza con le altre due Barbere si percepisce subito all’olfatto: il profumo è più complesso e compatto, l’apporto del piccolo legno è evidente dalle sfumature speziate che arricchiscono la trama fruttata, qui lo slancio tipico della Barbera è frenato da una certa austerità che gli dona un carattere ben riconoscibile. La bocca rivela una ricchezza e una pienezza che la dicono lunga sulla scelta qualitativa delle uve, c’è una croccantezza e una purezza di frutto notevoli, mentre la parte boisé e vanigliata smussa l’acidità senza per questo nasconderne il necessario apporto. Quello che apprezzo in questo vino è che, pur nei toni più carnosi e rotondi, non “camuffa” la natura del vitigno ma cerca solo di presentarlo più ricco e ampio, profondo e persistente, e ci riesce molto bene senza appesantirne la bevibilità. Tre Barbere, quindi, con una propria identità e ragione di essere, poi la scelta dipenderà dal gusto personale e dalle esigenze di chi le acquisterà.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani