Barbera d’Alba Serracanova 2000

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 04/2016


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: barbera
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: AMERIO – Azienda Agricola Amerio Mario cascina Serra Cà Nova
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Eccoci di fronte ad una Barbera “new style”, 12 mesi in barrique e qualche mesi in acciaio, buona estrazione di colore, gradazione superiore. Ne risulta un vino senz’altro particolare, il vitigno non è immediatamente riconoscibile, soprattutto per la presenza degli aromi del legno, ma poco a poco emergono comunque i tratti della Barbera. Vediamo l’esame organolettico: l’aspetto è senz’altro limpido, il colore è rosso rubino cupo e profondo, con venature purpuree e inchiostrate. Al naso affiorano note più speziate che fruttate, con richiami al ginepro e al cacao, mentre il frutto si schiude successivamente offrendo note di marasca matura e mirtillo, un vago richiamo alla china. Al gusto è intenso, di bell’impatto, con tannini di buona fattura, certamente non potenti, bocca dove giocano un ruolo determinante acidità e sapidità. Ritornano le spezie, qui meglio supportate dal frutto, scuro e compatto, che ricorda quasi la buccia schiacciata più che la polpa. Il finale è lungo e velatamente amarognolo. Sfiora le quattro chiocciole. Servitela a 16° in calici ampi e leggermente rientranti all’apice, con cannelloni con ripieno di carne, lasagne alla bolognese, agnolotti al tartufo, punta di manzo al forno, cosciotto d’agnello arrosto, coturnice in casseruola, formaggi saporiti e grassi.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani