Barbera d’Alba Palma 2011

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 10/2016


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: barbera
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: FABIO GEA – La msòira e’l rastel
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Storia contadina quella di Fabio Gea, sin dai tempi dei nonni Giuseppe, detto “Pòtu”, e Palma, madre di ben 12 figli. Per il solo fatto di avere avuto le energie e l’amore per allevare tutti quei pargoli, non poteva che meritare la dedica di una grande Barbera. Fabio lavora in modo molto meticoloso e dalle sue vigne ottiene rese decisamente basse, infatti per la barbera siamo a circa 40 quintali per ettaro, poco importa se avendo una vigna piccola produrrà poche centinaia di bottiglie, i suoi vini devono essere tesori unici e raccontare il meglio di quelle terre attraverso la sua mano e il suo cuore. E ci riesce molto bene, la Palma esprime un carattere deciso e profondo, già dal profumo si sente tutta la concentrazione del frutto, ma anche l’eleganza del fiore e un tappeto di humus di notevole fascino, fino a spunti di tabacco, menta e liquirizia. L’assaggio conferma quella tensione e profondità che ti aspetti, non è una Barbera da sorseggiare distrattamente, c’è materia e spessore, una polpa che non si lancia solo sul frutto denso ma rivela una complessità che ben poche altre, soprattutto in Langa, sono in grado di esprimere. Una grande Barbera che non è dal legno che prende ricchezza ma direttamente dalla vigna e la riporta alla grande nel calice.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani