Barbaresco Rabajà 2012


Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@@
Data degustazione: 05/2015


Tipologia: DOCG Rosso
Vitigni: nebbiolo
Titolo alcolometrico: 14 %
Produttore: CASTELLO DI VERDUNO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 25 a 50 euro


Questa azienda della famiglia Burlotto è indubbiamente fra quelle che amo di più, del resto il territorio che circonda Verduno secondo me è uno dei più straordinari di tutta la Langa, ne è la prova il fantastico cru Monvigliero, di cui Castello di Verduno è uno dei massimi interpreti (provate il 2005, annata fin troppo sottovalutata, semplicemente sublime), ma qui siamo in comune di Barbaresco, dove Rabajà rappresenta una delle menzioni più pregiate. La versione 2012 ha colore rubino granato luminoso, emana profumi di viola, susina rossa, ciliegia, toni fumé e di caffè. Al palato riflette molto bene le sensazioni percepite all’olfatto, il tannino non concede ancora rilassatezza al sorso, ma c’è freschezza e un bel ritorno fruttato e speziato, con finale lungo e profondo. Degustato in occasione di Nebbiolo Prima 2015.

RECENTI

  • Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

    Sforzato di Valtellina Runco de Onego 2013

  • Taurasi 2010

    Taurasi 2010

  • Valtellina Superiore Pietrisco 2013

    Valtellina Superiore Pietrisco 2013

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani