ANTONIOLO

Indirizzo: Corso Valsesia, 277 – 13045, Gattinara(VC)
Telefono: +39 0163 833612
Fax: +39 0163 826112
WWW:
Email: antoniolovini@bmm.it


laVINIum – 06/2005
Ho conosciuto all’ultimo Vinitaly Lorella e Alberto Antoniolo ed è scattata subito un’istintiva simpatia. Anche se i vini in parte, li avevo già provati, è stata l’occasione per poter assaggiare tutta la gamma dei prodotti e approfondirne la conoscenza. La cantina fu fondata nel 1948 da Mario Antoniolo. La figlia Rosanna collaborò con lui e, nel 1980, passò alla conduzione dell’azienda. L’anno di svolta è stato però il 1998, in cui è entrato a pieno servizio Alberto, il figlio di Rosanna, “tanto orso quanto perfezionista” e, soprattutto, come ha fatto notare l’amico Luca Furlotti, “dotato di una spina dorsale etica di acciaio”. Dal ’98 è cambiato anche l’enologo, prima era Scaglione, ora è Attilio Pagli. Ad Alberto da alcuni anni si è affiancata la sorella Lorella.
Antoniolo è senza dubbio uno dei migliori produttori di tutto il Nord Piemonte. Le quattro etichette di riferimento sono i suoi Gattinara, il base e ben tre cru, anche se la produzione comprende un nebbiolo d’annata, lo Juvenia, un erbaluce del canavese e un interessante rosato, da uve 100% nebbiolo, che deriva dal salasso fatto sulle vasche in fermentazione dei cru. Ci sono infine un bianco e un rosso base, non millesimati, chiamati Le Sasselle. I Gattinara, pur con caratteristiche diverse l’uno dall’altro, sono tutti molto buoni. L’Osso S. Grato, più complesso, e il S.Francesco più austero, sono vinificati entrambi in botti grandi. Il Castelle viene, invece, elevato in barriques ed è sicuramente il vino più immediato e commerciale attualmente prodotto dall’azienda. Il Gattinara “base”, nonostante viene ottenuto dalle seconde scelte delle vigne Osso S.Grato e S.Francesco, è spesso, complice l’annata favorevole, un rosso qualitativamente sorprendente e per nulla inferiore ai fratelli maggiori. La caratteristica di questi vini, oltre alla spiccata mineralità, è la marcata acidità. Quest’ultima, per chi si avvicina per la prima volta alla tipologia, può lasciare un attimo spiazzati ma, assaggio dopo assaggio, spinge il degustatore a ricredersi e a innamorarsene.

Vini degustatiAnnataPrezzoVoto
Coste della Sesia Bricco Lorella2004da 5,00 a 7,50 euro@@@
Gattinara2000da 15 a 25 euro@@@@
Gattinara Osso S.Grato2000da 25 a 50 euro@@@@@
Gattinara Vigneto Castelle2000da 25 a 50 euro@@@@

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani