Alto Adige Pinot Grigio Aristos 2008

Degustatore: Roberto Giuliani Valutazione: @@@
Data degustazione: 08/2010


Tipologia: DOC Bianco
Vitigni: pinot grigio
Titolo alcolometrico: 14,5 %
Produttore: CANTINA VALLE ISARCO
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Reduce dal viaggio in Alto Adige, con visita alla bellissima località Chiusa, una perla della Valle Isarco, non potevo esimermi dall’acquistare presso l’Ipersidis di Fiano Romano questo Pinot Grigio Aristos 2008 della Cantina Valle Isarco, ovvero Eisacktaler Kellerei a 12,08 euro. Come è noto l’Alto Adige è ricco di cantine sociali che, se in altre regioni non vantano proprio la fama di produttrici di vini di qualità, qui hanno una filosofia ben diversa, e non deve stupire più di tanto che un vino di questa cantina, fra l’altro della linea Aristos, ovvero più “elevata”, possa trovarsi in un supermercato: 750.000 bottiglie annue sono un bagaglio sufficiente per distribuire il prodotto anche nei grandi magazzini. Debbo dire che il prezzo proposto all’Ipersidis è molto buono, una breve indagine mi ha consentito di verificare che mediamente si avvicina più ai 15 che ai 12 euro. Ma andiamo a degustarlo, non dopo avervi reso noto che passa un breve periodo in botti di acacia da 30 ettolitri: il colore è un paglierino di buona intensità e notevole lucentezza; l’impatto olfattivo ci porta, guarda caso, a ricordi di fiori di acacia, alla pera conference, al seme di melone, una sbuffata di erbe aromatiche con chiusura di noce moscata. Ricco di sapore all’assaggio, rivela un buon patrimonio espressivo e una freschezza ben calibrata con il frutto generoso, tanto da vibrare alcune frecciate citrine; chiude sapido e di bella lunghezza con un interessante contrasto fra il calore generato dall’alcol e la fresca tonalità armatica. Ad un soffio dalla quarta chiocciola.

RECENTI

  • Fontegalli 2012

    Fontegalli 2012

  • Rosato 2016

    Rosato 2016

  • Chianti Puro 2016

    Chianti Puro 2016

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani