Aglianico del Vulture 1997

img_nd-4Degustatore: laVINIum
Valutazione: @
Data degustazione: 10/2001


Tipologia: DOC Rosso
Vitigni: aglianico
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: MARTINO – Azienda Vinicola Martino Armando
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: fino a 5,00 euro


Esame visivo: Limpido, di colore granato di media concentrazione, con unghia leggermente scarica. L’esame dopo aver roteato il liquido nel bicchiere è tra abbastanza consistente e consistente. Esame olfattivo: Esprime con buona intensità e media persistenza, un piacevole fruttato di ciliegia sotto spirito, una punta di prugna matura e di tabacco; una certa rusticità ricorda gli odori delle cantine di un tempo. Qualità fine. Esame gustativo: Secco, caldo, di corpo, discretamente fresco, tannini ben presenti ma abbastanza fini, la morbidezza è media; in bocca mostra un buon equilibrio d’insieme, anche se c’è una leggera scompostezza acido-alcolica; è quasi intenso e di buona persistenza, senza particolari sbavature; il finale è asciutto e appena amaricante. Qualità confermata. Stato evolutivo: Pronto. Giudizio finale: Un Aglianico forse un po’ datato, con qualche leggera imperfezione nella vinificazione, ma abbastanza piacevole da meritare un acquisto al supermercato, dato il prezzo senz’altro interessante. Abbinamenti: Primi piatti a base di carne, non necessariamente al sugo, costolette di castrato al forno, stufato di manzo, spezzatino di castrato, agnello ai peperoni.

RECENTI

  • Barbera d’Asti Poderi dei Bricchi Astigiani 2016

    Barbera d’Asti Poderi dei Bricchi Astigiani 2016

  • Barolo Bussia Dardi Le Rose 2012

    Barolo Bussia Dardi Le Rose 2012

  • VignaAlta 2015

    VignaAlta 2015

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani