Accademia del Sole Merlot 2006

accademia_merlotDegustatore: Fabio Cimmino
Valutazione: @@@
Data degustazione: 03/2009


Tipologia: IGT Rosso
Vitigni: merlot
Titolo alcolometrico: 13 %
Produttore: CALATRASI – Casa Vinicola Calatrasi
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 5,00 a 7,50 euro


Parlare di merlot in Sicilia continuerà a far storcere il naso a più di qualche degustatore. Io, che pure sono uno tra i sostenitori dell’autoctono ad oltranza, ho elaborato una teoria un po’ diversa. L’autoctono per poter dare risultati d’eccellenza ha bisogno dell’indissolubile legame con uno specifico territorio che non puo’ essere genericamente identificato con un’intera regione. Le zone vocate sono, il più delle volte, microzone ben delimitate. Non è che perché siamo in Sicilia, dunque, diventi scontato piantare nero d’Avola dappertutto e che i risultati siano sempre, automaticamente, convincenti. Anzi. Le condizioni climatiche sicuramente estreme hanno da sempre sollecitato con soddisfazione la coltivazione di altre uve foresti tra cui non potevano mancare quelle più gettonate dal grande pubblico. Mi riferisco, in special modo, al merlot per i rossi e allo chardonnay per i bianchi. Un terreno pieno di insidie ed incognite, commercialmente parlando, dove il confronto con i vini del Nuovo Mondo si fa decisamente complicato, direi difficilissimo, dal punto di vista dei prezzi. Questo Merlot non è sicuramente economico ed esce fuori da quella fascia di prezzo sotto i 5 euro dove forse la sua collocazione sarebbe stata probabilmente più opportuna per poter competere con maggiore serenità anche sui mercati internazionali. Nulla da eccepire, invece, sul piano della qualità. Il vino si veste nel bicchiere di un bel colore rubino brillante, compatto anche se non particolarmente concentrato. Al naso profuma di frutta rossa, dolce e matura, con delicate sfumature floreali e speziate. Abbastanza ampio e complesso anche senza andare in profondità. In bocca riprende la sua progressione dolce, se vogliamo anche un po’ ruffiana, senza, però, mai cadere nel caricaturale. Neanche al palato risulta un rosso particolarmente impegnativo grazie al tannino risolto con alcol ed acidità ben calibrate. Finale dalla lunghezza non di certo indimenticabile ma sicuramente appagante. Se siete tra gli amanti del merlot interpretato secondo uno stile piacevole, facile ed immediato, vi consiglio questa bottiglia sicuro che non rimarrete delusi preferendola, semmai, per pochi euro a qualche improbabile concorrente straniero. Parafrasando Obama, ed altri leader che hanno seguito il suo esempio, non mi resta che dirvi: “Buy italian…”.

RECENTI

  • Maru Rosso

    Maru Rosso

  • Erbaluce di Caluso Passito Talin 2013

    Erbaluce di Caluso Passito Talin 2013

  • Igitì 2017

    Igitì 2017

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2018 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani