A.A. Moscato Rosa 1999

Degustatore: laVINIum Valutazione: @@@@@
Data degustazione: 07/2002


Tipologia: DOC rosato
Vitigni: moscato rosa
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Produttore: K. MARTINI & SOHN
Bottiglia: 750 ml
Prezzo enoteca: da 10 a 15 euro


Quando Gabriel Martini sui depliant aziendali, presenta i suoi vini in modo quasi anonimo, come nel caso del Gewürztraminer, si tratta già di vini di grande finezza; quando li presenta come selezione, come nel caso del Sauvignon Palladium o del Lagrein Dunkel Maturum, si tratta di veri e propri capolavori; quando si sbilancia, e scrive accanto al nome del vino che si tratta di una specialità, ci chiediamo davvero cosa ci stia presentando. E’ il caso di questo moscato rosa, in snella bottiglia da 375 ml, che stiamo degustando oggi; un vino che ci aveva già impressionato molto positivamente all’ultimo Vinitaly e sul quale avevamo temporaneamente sospeso lo stratosferico giudizio, ora qui, nei nostri calici a tulipano svasati sul bordo, cristallino, di un prezioso colore rosso rubino chiaro con riflessi rosa, compostissimo al movimento circolare, che lascia sui bordi del calice una lucente patina rosa formante archetti fitti che scendono in lacrime larghe e lente. Avviciniamo il naso e vi troviamo netti, profumi floreali di rosa canina, poi fruttati di fragola di bosco ed anche più evoluti di ciliegia candita. Fresche note aromatiche di menta accompagnano il frutto ed il corredo olfattivo si completa con elegante speziatura di pepe rosa e lieve esterificazione. Perfetto connubio di intensità ed eleganza, qualità olfattiva eccellente. Dolce ma con discrezione sulle papille (è da collocarsi tra l’amabile ed il dolce), morbido e per nulla stucchevole in quanto sostenuto e vivacizzato da evidente acidità e da una buona sapidità. Durante la masticazione libera nel retronaso ripetendosi, i profumi apprezzati all’olfatto, di frutto rosso chiaro dolce e fresco, che termina lentamente nella sua confettura speziata. Eccellenza confermata. Senz’altro il miglior vino dolce sinora degustato tra quelli ottenuti da questo non facile vitigno, nel quale Gabriel Martini ha saputo perfettamente bilanciare il grado alcolico con il residuo zuccherino. Profumi di estrema finezza ed acidità da vendere le caratteristiche che ne fanno un vino-territorio esemplare. Gustatelo a 10-12° in preziosi bicchieri di cristallo, quelli a tulipano come i nostri o quelli da vino del servizio buono che avete in cristalliera. Abbinatelo a crostate di frutta rossa, a millefoglie alla crema, alla charlotte alle fragole; oppure non abbinatelo a nulla, per goderne appieno le preziose caratteristiche.

RECENTI

  • Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

    Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Cuvée del Fondatore 2016

  • Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

    Lambrusco Grasparossa di Castelvetro

  • Prosecco Extra Dry

    Prosecco Extra Dry

Testata registrata presso il Tribunale di Roma (n. 146/09 del 4 maggio 2009) © 2000-2017 laVINIum.com - Tutti i diritti riservati E' vietata la copia anche parziale del materiale presente in questo sito. Il collegamento al data base della rivista è vietato senza esplicita autorizzazione della direzione editoriale.
Direttore Responsabile - Maurizio Taglioni / Direttore Editoriale - Roberto Giuliani